mercoledì 22 luglio 2015

"Il diavolo veste Zara" di Mia Valenti


Ecco a voi la recensione di un romanzo autobiografico, che si legge rapidamente e con facilità grazie alla sua leggerezza e al suo tono accattivante.
Quella di Mia è la storia di una giovane che vive a Firenze, dove lavora in una casa di moda capeggiata dalla tirannica Veronique.

Mia è abile con bozzetti e disegni quanto con tecnologie e social network ed è quindi una risorsa preziosa per la "Luci.di", peccato però che l'arcigna Veronique non riconosca il suo valore e la tratti come una schiavetta.

Ma la grande occasione per Mia arriva quando la boss si trova a Riad ma non riesce a chiudere un grosso affare con una principessa araba.
Sarà la giovane disegnatrice a creare il modello che farà innamorare la principessa, conquistando così prestigio e autonomia.

E oltre a questa ventata di novità in ambito lavorativo, anche sul lato sentimentale ci sono succulente novità per Mia.
Uno chef bello, premuroso e affascinante è improvvisamente piombato nella sua vita e la sta stravolgendo.

Per rilassarvi sotto l'ombrellone, in montagna, in agriturismo, al lago o in città,
tuffatevi con Mia nelle sue avventure, per lanciarvi in una lettura che si rivela tutt'altro che superficiale come potrebbe invece far pensare il titolo...

E ricordate di farmi sapere la vostra impressione!
Buona lettura!


"Mia Valenti non ha guardato in faccia nessuno.
Anno dopo anno, ha tenuto la testa bassa sul foglio da disegno come assistente di Veronique Sibilla. Poi ha deciso di alzarla.
E allora è stato impossibile fermare la giovane illustratrice decisa a diventare una stilista, tanto che è arrivata fino qui, alla Paris Fashion Week."

0 commenti:

Posta un commento

Grazie per i vostri commenti! Saranno pubblicati dopo l'approvazione
Laura